Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Appunti al bu-io


Se,
sostituissi all’acqua
uno qualunque dei veleni da banco
mi maledirebbe il fegato,
costringerei i reni agli straordinari
e dovrei poi sorbire
il ricircolo vizioso
delle tossine con le tue fattezze
caravellare endovenoso
fino ad apparirmi penoso fiatare
nudo come… Il giullare
ridicolo due volte
misero quadruplicato
e come lignina tornare in salute.
L’appunto con disappunto
che se non ti parlo ti annego.
____

 

Non so, se amo oppure odio
questo fare e non fare,
aspettare e recalcitrare
legato a questa sedia in viaggio,
smuovere polvere e disturbare candele
i propositi di scrivere,
imbrattare il muro ch’è ormai schiena
dire dei cioccolatini-uno per giorno-
che metto da parte fino a quando realizzerò
________________________spoglio
che non ritornerai.
Ritrovare nella bocca le stesse figure
che non riesco ad aggirare
lisciarmi le piaghe con l’untume, 
accavallare le priorità
maledire le mie gambe
indecise sull’andare.

Read Full Post »

 

Se è vero, come talvolta le risposte siano superflue
allora non aprirò bocca al risveglio freddo,
al fiato corto del sole
e
… Questo scorgerti quotidiano tra tutti i versacci scansati
la polvere, protettiva, sul mini-Volpedo* che riemerge
prima di metterti sotto un cumulo
sufficientemente patetico
di pagine che non trovo.

Read Full Post »

Regalo di Legiadra (2009)

Read Full Post »



Il blocco del colpevole dovrei battezzare,
questo farfugliare di luci che dirottano la ricerca
di una medicamentosa risposta ad ogni quesito che il tuo silenzio
attento e accavallato semina nello stambugio infestato di capelli,
quelli che non hai fatto in tempo a scostare.

La padrona di casa s'è sentita in dovere di spedirmi una raccomandata
per informarmi di qualcosa a proposito degli adeguamenti ISTAT
con tanto di 
                                                         ...distinti saluti
e pensare che poteva urlarlo due piani più su,
forse il mio fare snob l'ha dissuasa -dal giocarsi qualche respiro affannato.
Forse dovrei, anche,  io raccomandarmi di diffidare, anche, tu dall'erbaccia cattiva
e maneggiare con le pinze qualche sorriso scellerato che verrà ad arringare diabolico
ai lati del guanciale per battere il ferro ora che freddo.

Sono mesi (lunghi come anni
           torbidi come inganni)
devastanti di senilità questi che mi portano via il grazioso 36/37 di piedino,
le mappine* dimenticate per eccessiva tirchieria,
la sangrìa che (a noi!) dovevi sentire,
il kvas che (a noi!) potevamo scoprire leggendo meglio di Vladimir Vladimirovic
e la Tabachera, la Paulaner, che (a noi! e non smettere di guardarmi negli occhi) 
avremmo riso come scemi.
E mi piaceva tanto il tuo inviperimento anti-comunista
e mi piaceva perdere per colpa di E-spirito Santo
e mi piaceva il tuo mignolino millenodi
e mi piaceva tanto altro ancora.

E non mi piace non avertele confessate tutte.

Read Full Post »

“Agli spiriti liberi pesa la corporeità.”

Read Full Post »